Filtri ERF

Marche

Ricerca avanzata

Categoria

Mostra tuttiNascondi

Prezzo

In stock

In offerta

Informazioni

Acquisti facili

Novità

Offerte speciali

FILTRO DI RIGETTO PER RIFRATTORI, SCT, MAKSUTOV, MEWLON O ALTRI TELESCOPI Visualizza ingrandito

Invia ad un amico

Invia ad un amico

FILTRO DI RIGETTO PER RIFRATTORI, SCT, MAKSUTOV, MEWLON O ALTRI TELESCOPI

FILTRO DI RIGETTO PER RIFRATTORI, SCT, MAKSUTOV, MEWLON O ALTRI TELESCOPI

Destinatario :

* Campi richiesti

  o  Annulla

FILTRO DI RIGETTO PER RIFRATTORI, SCT, MAKSUTOV, MEWLON O ALTRI TELESCOPI

Daystar Filters

DA-DSXERF

Nuovo

Aggiungi alla lista dei desideri

Segui prezzo

Segui questo prodotto e scopi se vi saranno offerte. Inserisci semplicemente il tuo indirizzo email e sarai avvisato con un messaggio.

Email non valida

Guarda

Il prefiltro di rigetto ERF ha due funzioni:

  • riduce il calore trasmesso al filtro riflettendo i raggi UV e IR e trasmette la luce della lunghezza d’onda desiderata
  • funziona come maschera di apertura per raggiungere il corretto angolo di incidenza della luce sul filtro

E' possibile scegliere tra due diversi tipi di prefiltri ERF: quello standard con lavorazione 1/4 lambda e quello deluxe con lavorazione 1/10 lambda.
Inoltre è possibile installare iridi professionali a 16 lamelle in acciaio (profilo esattamente circolare a tutte le aperture) per ottenere grossi vantaggi.
Infatti poter regolare l'apertura permette di :

  • rendere il sistema insensibile alla turbolenza nelle giornate con seeing pessimo o mediocre
  • enfatizzare ed aumentare il contrasto durante l'osservazione o fotografia di particolari H-alfa, aumentando il diametro per, ad esempio, per deboli protuberanze oppure diminuendo il diametro per aumentare il contrasto in zone del disco solare.
  • la variazione dell’iride è anche importante per ottimizzare il contrasto nell’osservazione di particolari dettagli solari come le spicole o l’attività attorno a macchie solare o plage .
  • predisporre un solo ERF per il montaggio su più telescopi e variare perciò l'apertura in modo tale da raggiungere il corretto rapporto focale
  • predisporre l'utilizzo del telescopio con diversi combinazioni di apertura o maggiore focale (attraverso l'uso di una powermate). In tal modo si potrà ad esempio disporre in un unico strumento di più lunghezze focali per riprendere l'intero disco solare oppure ad alto ingrandimento i più piccoli dettagli di una protuberanza
  • l’iride è anche importante se si utilizza sullo stesso rifrattore un filtro H-alfa e un Calcio K/H
  • l’iride funge anche da protezione del filtro ERF durante l’inattività

I filtri Daystar funzionano efficientemente con focale f/30 o maggiore. Un rapporto focale nominale f/30 può essere raggiunto selezionando un appropriato filtro ERF + barlow in modo da diaframmare lo strumento e allungare la focale ove necessario. Per calcolare la configurazione che permetta di utilizzare una determinata apertura anteriore è possibile utilizzare la formula sotto riporatata ma vi consigliamo comunque di contattare il nostro servizio tecnico molto specializzato nelle osservazione H-alfa per un’accurata configurazione dell’intero sistema.

Apertura filtro ERF = [apertura del telescopio (mm) x rapporto focale x fattore di moltiplicazione di un’eventuale Barlow o meglio Powermate(sistema ottico telecentrico)] / 30

Voti e valutazione clienti

Nessun cliente ha lasciato una valutazione

Votare/scrivere un commento

4 altri prodotti della stessa categoria: